logo ACSI
Pedale Pazzo
CE2006-LogoMini (3K)
Pedale Pazzo

Team Pedale Pazzo 2007

News

a Roppolo San Vitale la carica dei 140

Piermanteri, Verdoia e Claudia Peretti da dominatori
ALEX PIERMANTERI, ERIK VERDOIA e CLAUDIA PERETTI
firmano le vittorie nell’XC di Roppolo - San Vitale (Bi)

L’ottava tappa del fortunato challenge a punti di cross country MB Marcello Bergamo cup incrocia la quinta tappa della coppa primavera organizzata dal comitato ACSI di Biella Vercelli sugli sterrati del basso biellese
che si affaccia sul lago di Viverone e più precisamente nella frazione di San Vitale del comune di Roppolo. La regia organizzativa è affidata al team pedale pazzo che si è avvalso della collaborazione del roppolese Angelo Pionna con l’appoggio del primo cittadino Sig Giorgio Poltri.
Ha piovuto parecchio nella settimana antecedente la gara ma il percorso si presenta in discrete condizioni anche se leggermente allentato.
Si parte alle 9.30 in punto con gli junior che sono i primi a partire seguiti, ad intervalli di un minuto da tutte le altre categorie.
I primi a concludere la loro fatica sono i giovani della categoria primavera con l’ennesimo successo stagionale della giovane promessa, griffata bi lake, Andrea Belotti che precede Leonardo Cerutti e Gabriele Grechi.
Ed eccoci alla grande sorpresa di giornata, la non vittoria di Simone bum bum Ballini. Ma veniamo alla cronaca: Ballini, come al solito, parte lancia in resta ma stavolta Erik Verdoia è ben determinato a non mollare le ruote del “cannibale” milanese e lo segue come un’ombra per tutta la gara. I due si controllano, ci provano a staccarsi ma entrambi sono ben determinati a non mollare e l’esito più scontato la volata che puntualmente avviene. Ballini la affronta in testa ma Verdoia non molla anzi, rilancia e lo affianca. I due scaricano sui pedali tutte le energie rimaste ed è in questo momento che Ballini non vince la gara. Una tacchetta non tiene, il piede si sgancia dal pedale, il tempo di capire cos’è successo, recuperare il pedale, ripartire ma Verdoia è passato e vola verso una meritata e bellissima vittoria. Sul terzo gradino del podio ci sale un altro rappresentante dell’armata Fulvia Pagliughi, Luca de falco. Ballini ha trovato sulla sua strada un degno avversario e Verdoia sa che da adesso potrà giocarsela alla pari ad ogni gara.
Massimo Valsesia ha un obbiettivo in testa e per questo, ogni tanto, si concede qualche pausa, ma quando indossa la divisa dell’Auzate MRG ed allaccia il caschetto il risultato è già scontato. Nulla possono i pur volenterosi Alessio Fangazio e Andrea Zamboni se non battagliare per la seconda posizione ed accompagnarlo sul podio. Un’altra vittoria per patron Moretti la porta Aldo Allegranza che conduce gara ti testa fin dai primi metri regolando una vecchia volpe dell’XC piemontese qual è Claudio Gasperdino ed il compagno di squadra Giuliano Garlaschè.
Un vecchio detto dice: “quando il gatto non c’è i topi ballano” ed è quello che stanno facendo Matteo Petrucci e Gianni Roncon che, approfittando della momentanea assenza del re dei superg B Lucio Pirozzini, si giocano il primato a suon di vittorie. Oggi ha la meglio Petrucci che vince con poco più di 30 secondi su Roncon mentre al terzo posto si piazza il padrone di casa Angelo Pionna.
L’ultima categoria a cimentarsi sui 3 giri di gara è quella femminile che vede la vittoria assoluta di Claudia Peretti (donne a) su Maria Elena Mastrolia e Simona Etossi (entrambe donne B).
E veniamo alle categorie che si dovevano misurare sui 4 giri per complessivi 26 km di gara.
Vittoria e miglior tempo assoluto per lo “skorpione” (veterano 1) Alessandro Piermanteri che annichilisce i pari categoria lasciando a Sergio Viola e Massimiliano Cossano il compito di aggiudicarsi il secondo posto che va a Viola mentre Cossano, alla sua seconda gara dopo diversi anni di assenza, sale sul terzo gradino del podio.
Federico Bianco svetta tra gli junior ed ha la meglio su Manuel Ballini che deve fare metà gara con la sella fuori posizione causa abbassamento. Al terzo posto chiude un sempre positivo Simone Tarchini.
Altra vittoria che non ammette repliche è quella conquistata nei senior 1 da Marco Mamone che lascia a quasi tre minuti Diego Luidelli (secondo) e Roberto Formica (terzo).
Tra i senior 2 la spunta Andrea Canal che controlla a distanza Giorgio Rusca e Diego Salmoiraghi.
Silvio Olovrap, dall’alto della sua classe, domina tra i veterani 2 lasciando Gianluca Griffa (secondo) e Pierandrea Ceschin (terzo) a distanze siderali.
Anche Carmelo Cerruto impone la legge del più forte tra i gentleman 1 e solo “lo svizzero” Michele Albertolli limita i danni e chiude al secondo posto. Sul terzo gradino del podio ci sale Roberto Manzoni.
Giusto il tempo di ripulirsi e sciacquarsi, degustare qualche crostino spalmato con il solito ed immancabile gorgonzola palzola, che è già tempo di premiazioni.
Come sempre, alla presenza del padrone di casa Sig Sindaco Giorgo Poltri, che ha parole di elogio per tutti gli intervenuti, rinnovando l’invito già per il prossimo anno, si passa alle premiazioni.
Tra le Società svetta il team Fulvia Pagliughi cicli che precede l’asd Auzate MRG e l’asd MTB Omegna team lago d’Orta.
Prossimo appuntamento con il master, sarà per domenica 28 maggio a Cavaglia di Breia (Vc) dove ci sarà l’ultima prova e la premiazione finale della coppa primavera mtb 2017

nella foto i vincitori

Leggi ulteriori dettagli .......
Mountain Bike - Inserita il 08/05/2017 alle 23:16:05

B in B 2017 - 9° memorial Franco Plano

150 biker hanno invaso Santa Maria della Cella
In 150 hanno invaso Borgo d’Ale ed i sentieri di Santa Maria della Cella
Franco Plano era un amico carissimo di Gianni Riconda e lo aiutava in tutte le iniziative sportive di Borgo D’ale e inoltre presidiava una postazione fissa, il Sapel d’la Bras, dove ora è stato eretto un ceppo in sua memoria. Questa gara, la quarta del fortunato master Mb Marcello Bergamo Cup, è stata pensata, voluta, disegnata e organizzata proprio in memoria di Franco e il gruppo ha risposto in massa visto che in ben 156 hanno allacciato il caschetto davanti alla chiesetta di Santa Maria delle Celle dove è stata allestita la scenografia di questa sentitissima e storica gara che parte puntualissima sotto un tiepido sole che presto lascia il posto a delle leggere gocce di pioggia che paiono lacrime, quelle commosse che Franco Plano ha sicuramente lasciato cadere sul percorso lui dedicato. Vittorie di altissimo livello al cospetto delle telecamere di “A Tutta MTB Ciclismo” di Fabrizio Gulmini ma, quella di Alessandro Tonello è davvero eclatante, questo senior 1 è davvero micidiale, un gigante sul quale rimbalzano tutte le aspirazioni degli avversari, oggi Marco Mamone e Maurizio Brunelli che devono accontentarsi del podio ma con nove minuti di ritardo. Molto più equilibrata la prova dei … cugini senior 2 dove a tentare di fermare un grande ed ispirato Fabio Bruno ci ha pensato Dieguito Salmoiraghi, che alla fine accusa solo 36 secondi e Richi Ornaghi , in cerca della forma migliore e s’accontenta del terzo gradino del podio. I giovani junior stanno crescendo e si affrontano a viso aperto con scatti e contro scatti , una raffica di accelerazioni che alla fine premiano Simone Nicola, il quale accumula oltre un minuto di vantaggio sul pur combattivo Pietro Vitanza e più di due su Marco Raimondo. Seguendo la semplice legge del ciclismo che recita: per vincere basta arrivare sulla linea bianca una frazione di secondo prima dell’avversario, Mauro Rebeschi ( veterani 1) s’è piombato con tutto il suo peso specifico e la sua grinta innata, sui tappeti elettronici di Zio Poletti con 25 secondi di vantaggio ai danni di Roberto Picco e Salva Giampà che sta crescendo di gara in gara. Agostinone è ispirato, Ago è carico, il maresciallo vince di sicuro. Queste frasi si sentivano fra i curiosi e i tifosi disseminati lungo l’arrivo e in effetti la prova dell’alfiere HR Team è di quelle che segnano, un dardo scagliato come quello di Ulisse che alla fine schianta tutti pretendenti di Penelope, in primis Andrea Ganassi e Luca Casotto. E l’altro capitano e compagno di squadra Carmelo Cerruto? Cambia la categoria, gentleman 1, ma non l’esito finale, lo sapevamo già che Carmelo aveva bisogno di alcune gare di rodaggio per un setup ottimale ma ora son dolori , per tutti , ne sanno qualcosa Paolo Allasia, Massimo Salone ed Enrico Pittaluga che arrivano quando il Cow Boy già riposto la bici nel baule e rifocillato al corposo tavolo del ristoro. Chi ha dovuto sudare sette camicie per liberarsi di uno scomodissimo avversario è stato il gentleman 2 Massimo Valsesia che alla fine vince inanellando la sua trentesima vittoria consecutiva ma subito dopo chiede lumi sul terribile avversario , Mauro Giacometti, sconosciuto per noi ma notissimo nel popolo delle gran fondo. Il super B Lucio Pirozzini ancora una volta mette la camicia di forza a tutta la sua categoria e il primo che un giorno riuscirà a liberarsi, sarà un eroe ma per ora ci accontentiamo di segnalare che, seppur con molto ritardo, sul podio con lui salgono Gianni Roncon e Matteo Petrucci. Ancora una convincente vittoria di Giuliano Garlaschè nei super A, che puntella tutte le sue aspirazioni, se non altro perché i battuti sono il pluri vittorioso Gaetano Sartor e l’onesto pedalatore Giovanni Giacchetti. Ottimo ancora una volta il debuttante Bum Bum Ballini, capace di realizzare lo stratosferico miglior tempo assoluto di 59’ e 34’’, ma molto bene anche il primavera Andrea Belotti che anticipa Leonardo Cerutti e Gabriele Grechi e resta imbattuto. Fare pronostici fra le donne B Daniela Di Prima e Maria Elena Mastrolia è impossibile. Sono entrambe forti e preparate e sanno mascherare le loro intenzioni. Parte bene Di Prima e sembra fare la differenza ma non fa i conti con la tenacia e la grinta di Mastrolia che quatta quatta prepara la volata … che non c’è perché Di Prima non s’accorge della furba avversaria che sopraggiunge a doppia velocità dalle retrovie e a trenta metri la salta per una vittoria che conta. Sorriso raggiante quello della donna A Serena Mensa , non solo per la bella gara corsa col cuore e vinta meritatamente, ma soprattutto perché la degna avversaria ha un pedigrèe importante, parliamo della portoghese Ana Isabel Pinto , mica una qualunque. Termina anche questa tappa del Master MB Bergamo fra sorrisi e battute ma le parole più belle ce le affida tramite mail la signora Gianna Maria Caldera, vedova di Franco Plano:” Grazie mille per le belle parole e per quanto fatto per mio marito , Gianni Riconda in primis, per questo sport pulito dove, oltre a tanta fatica c’è umanità, unione, senso di squadra. Complimenti e grazie anche a nome dei miei figli”.
Carmine Catizzone

nella foto il podio delle Società premiate da Gianna Maria
Leggi ulteriori dettagli .......
Mountain Bike - Inserita il 10/04/2017 alle 13:16:00

INIZIATA LA STAGIONE DI CICLOCROSS

a Borgo d'Ale oltre 100 partenti .... e che lotte
Oggi il circo dei crossisti che segue il fortunato “criterium Palzola” fa tappa a Borgo d’Ale (Vc) dove il team pedale pazzo ha organizzato il 4° CX delle Cave. La giornata non è cominciata nel migliore dei modi ..... piove. Sono le 12 andiamo al ritrovo e la pioggia poco a poco smette e, addirittura, esce un pallido raggio di sole. Il terreno di gara si presenta in perfette condizioni, umido quel tanto che basta per esaltare le doti degli specialisti del ciclocross. Anche oggi superiamo quota 100.
Prima partenza per i "diversamente giovani". Lucio Pirozzini non lascia scampo e vince nei SGB ma la spettacolo lo offrono Vigilio Berti e Vincenzo Vezzoli che si marcano stretto fino ai meno 2 giri quando Berti allunga e Vezzoli non reagisce chiudendo al terzo posto. Aldo Allegranza lo imita nei SGA dopo una dura battaglia con Oto Batilde e Gaetano Sartor. Massimo Valsesia fa il suo e domina i Gentl 2 regalando a Patron Giulio Moretti la tripletta giornaliera targata Auzate, Attilio Montagner chiude secondo controllando, senza particolari problemi un volenteroso Salvatore Gelli. Che gara confeziona Mauro Sedici tra i Gentl 1. Parte lancia in resta e mena duro per due giri costruendosi il vantaggio necessario per evitare il rientro di un esterrefatto Angelo Borini che accetta di buon grado la sconfitta ma rilancia alla prossima sfida, sul terzo gradino del podio ci va Marco Locatelli che ha la meglio, in volata di un coriaceo Davide Visentin. La giovanissima Laura Vecchio ha stoffa da vendere ma deve ancora imparare a gestirsi in gara. Parte fortissimo e per metà gara domina incontrastata. Poi un calo fisico permette a Dany di Prima di rientrare e staccarla ma la vittoria tra le Woman 1 non gli sfugge precedendo Silvia Bertocco ed Elisa Remuzzi, come detto, Daniela di Prima fa sua la categoria Woman 2 precedendo Monica Grendene e Paola lo Vetere. Gabriele Grechi, nuovo giovane di belle speranze scovato da quel talent scout qual è Armando Campesato vince tra i primavera. Giusto il tempo di mangiare 2 crostini di Palzola, bere un bicchiere di te ed è ora di far partire i giovani.
Simone Ballini cattura la vittoria nei debuttanti precedendo Erik Sacco e Marco Campesato. Orfani dei senior 1 a Cavallirio, oggi si presentano in 6 e la vittoria se la aggiudica Marco Chiocchetti, che precede Alessandro Bertolotti e Marco Cusati.
Gara tiratissima e lotta con il coltello tra i denti, quella mandata in scena tra gli Junior. Attori protagonisti Marco Torreano e Salvatore Andreis. I due se le danno di santa ragione (naturalmente a colpi di pedale) con scatti e controscatti, sorpassi e allunghi che si protraggono fino agli ultimi metri dove Marco Torreano ha la meglio in volata. Al terzo posto si piazza Matteo Moisello. L’eccezionale momento di forma di Riccardo Ornaghi continua e gli permette di vincere tra i senior 2 lasciando a Francesco Barbazza ed a Vincenzo Perracchio i gradini più bassi del podio.
Simone Veronese si prende il lusso di recuperare tutti i giovincelli partiti prima di lui e vincere tra
i Veterani1 precedendo Corrado Mercandino e Alessio Bertolotti.
Vincenzo Crivellari non fatica più di tanto per aggiudicarsi la vittoria tra i Veterani 2 lasciando a Damiano Chiesa e a Paolo d’Orazio le piazze d’onore.
Si ritorna in piazza G. Verdi per le premiazioni con riconoscimenti per tutti i classificati, l’asd velo club Valsesia primeggia tra le Società davanti ai padroni di casa del team pedale pazzo e all’asd Auzate ..... la pioggia non si è più vista, la giornata è finita alla grande .....

nella foto i vincitori. per le classifiche consultare i siti mastercrossmtb.it oppure ilciclismoamatori.it
Leggi ulteriori dettagli .......
ciclocross - Inserita il 12/10/2016 alle 19:26:33

regionale MTB XC a Pecco (To)

ancora 3 maglie conquistate dai nostri biker
domenica 19 giugno si è disputato a Pecco (TO) il campionato regionale MTB XC ACSI Piemonte 2016. Grandissime prestazioni dei nostri biker con ben 3 maglie conquistate.
Gianmarco Perini si riconferma campione tra i debuttanti così come Enrico Botta tra i veterani 1. Meritatissima anche la maglia conquistata da Gianni Roncon tra i superg B. Questi gli altri piazzamenti dei nostri portacolori
gentleman 1: 12° Giovanni Gariglio
gentleman 2: 9° Agostino Barbato Ago Bar
superg A: 2° Giovanni Giachetti

con tutti questi speldidi piazzamenti il team si piazza al 2° posto tra Società
Leggi ulteriori dettagli .......
Mountain Bike - Inserita il 21/06/2016 alle 22:59:18